Il mondo dell’ hairstyle lo chiama wet look, più comunemente noto come capelli dall’effetto bagnato. Li avete visti centinaia di volte nelle passerelle delle sfilate e sulle modelle durante i servizi fotografici, ma non avete idea di come realizzarli? Oggi vi daremo una mano per ricreare il tutto tra le mura domestiche con il comodo metodo fai-da-te.

Esistono tre tipi differenti di acconciature:

Effetto laccato: ricorda le tendenze degli anni ’80/’90. Le estremità laterali dei capelli vanno tirate e rese ferme grazie alle forcine e ai prodotti appositi come gel o cera d’api, mentre il resto della chioma viene lasciato sciolto o chiuso in una coda di cavallo. Il tutto viene fissato dalla classica lacca.

Effetto total wet: il look in questione regala un’aria naturale, come se foste appena uscite dalla doccia. E’ ideale nelle serate di gala e nelle feste in piscina dal mood glamour. Per copiarlo basta cospargere i capelli con un prodotto effetto lucido e pettinarli dalla radice alle lunghezze.

Effetto selvaggio: per ottenere un aspetto wild bisogna eliminare l’umidità dai capelli e creare l’effetto mosso dopo averli pettinati, eliminando eventuali nodi. In questo modo andremo ad avere un mood totalmente naturale, ma ben definito.

Tra i prodotti adatti vi segnaliamo il Pantene gel effetto lisci, il gel Styling Mediterranean Compleax di Aldo Coppola, la spuma Wet Shine di Garnier Fructis, Hydrofluid gel di Biopoint e l’olio Straordinario Elvive di L’Orèal Paris.

Nancy Malfa

Lascia un commento